martedì 22 novembre 2011

Kyudo notturno

Ieri sera, dopo cena pensavo al seminario appena concluso e a quanto si possa imparare  dal "mitorigeigo", ossia dall'imparare solo dall'osservazione di chi pratica il kyudo meglio di te, e non solo, e non mi riferisco esclusivamnete al tiro ma a tutto l'insieme. Da quando si entra in un dojo, a quando ci si prepara, a quando si carica l'arco e si controlla che tutto sia in ordine. Io ho la fortuna  di praticare in un dojo dove la forma, l'attitudine, la compostezza sono ritenuti basilari, fondamentali, imprescindibili, affinchè si arrivi al tiro nella forma migliore. Tutto deve essere in ordine ma non solo esteriormente ma anche dentro noi stessi. Ecco prechè prima di ogni lezione, dopo il "Rei" ai nostri Maestri e al kamiza dedichiamo parte del nostro tempo al mokuso che è fondamentale appunto per liberare la mente e predisporci alla pratica. Iniziamo ^_^

1 commento:

  1. Si legge bene che la passione per il kyudo ha centrato in pieno il tuo Kokoro Tore-san.
    Sono contento di poterlo condividere con te.
    Un saluto a Chaki san e al prossimo incontro.
    Tore Banzaiiii

    RispondiElimina